Homemade Plain Naans Step-by-Step

Hello guys!

As promised here’s the recipe of how I make my vegan simple naans.

Making naans at home is really easy and very satisfying, and if you’ll follow my step-by-step recipe I’m sure they’re gonna come out brilliant!

All you need for 6 medium naans is:

330 gr Bread Flour (a strong or even plain flour will do)

140 ml Oat Milk (I’ve used the homemade one, 100% oats following this recipe)

110 ml Water

7 g Dried Yeast

1 tbs Cider Vinegar

1 tbs Nigella Seeds

2 tsp Brown Sugar

1/2 tsp Baking Powder

Salt and Rapeseed or Olive Oil to coat

Method:

Add the vinegar to the oat milk, whisk well and set aside.

In a large bowl measure the flour and add into the center of if the yeast, the baking powder and the brown sugar. Sprinkle the nigella seeds into the bowl as well. Note: if you’re using the dried yeast that has to be activated just pour  warm water over it and the sugar. Wait 10-15 minutes for it to be activated.

Combine together warm water and the milk with vinegar, and gently pour it over the flour, stirring with a fork at the same time. 

Stir well then start to bring the mixture together with your hands. The resulting dough must be pretty soft (not wet though!) so it has not to come together in a ball. However, if that’s too wet add a spoonful of flour, on the contrary if that results too dry, add a splash of warm water (unfortunately the perfect ratio varies according to the type of flour that one is using, hence we cannot calculate it properly universally).

This is how “wet” the dough should look like. 

Kneed the dough on the table for 10ish minutes, than place it back in the bowl and let it prove for 1 hour or until it doubles the size. 

Once the dough has risen, dust the table or surface you’ll be working on with a generous amount of flour and divide it into 6 balls.

Roll every ball into a drop-shaped naan with a rolling pin flour dusted as well as this dough is quite sticky. 

Cook each naan on a very hot pan for roughly 3-4 minutes on each side. Always remember to brush away the excess of burnt flour between one naan to another.

Once the naan is cooked brush it with some vegetable oil whilst it is still hot and sprinkle over some salt (if you like), some garlic paste and/or herbs such parsley, coriander, thyme, or simply leave it plain. Pile every naan up, then cover with foil to keep the naans warm until you finish cooking the remaining ones. 

Best enjoyed freshly made.

You can also reheat them in the oven the day after or up to 4 days for a couple of minutes at 200° C.

They are suitable for home freezing, just make sure you place some baking paper between every naan before freezing. To use these up simply let them defrost completely at room temperature and reheat them in the oven as explained in the previous step.

Serve with curries or your favourite Indian dishes.

Italian Version

Ciao ragazzi!

Come promesso eccovi la ricetta dei miei semplicissimi naan vegani.

Fare i naan in casa è davvero facile e soddisfacente, e, se seguirete questa mia ricetta passo passo sono sicura che il vostro risultato sarà perfetto!

Tutto ciò di cui avrete bisogno per produrre 6 naan medi è:

330 gr di Farina 0 (possibilmente, o comunque una farina forte)

140 ml di Latte di Avena (io ho usato quello fatto in casa, che potrete riprodurre anche voi seguendo questa ricetta e sostituendo le mandorle con solo avena)

110 ml di Acqua

7 gr di Lievito di Birra in Polvere

1 cucchiaio di Aceto di Mele

1 cucchiaio di Semi di Nigella

2 cucchiaio di Zucchero di Canna

1/2 cucchiaino di Lievito per Dolci in Polvere


Sale e Olio di Oliva o di Colza per spennellarli

Procedimento:

Aggiungiamo il cucchiaio di aceto al latte di avena, mescoliamo bene e mettiamo da parte.

In un contenitore ampio andiamo a disporre la farina e nel centro ci disponiamo il lievito di birra e per dolci, lo zucchero e i semi di nigella. Nota: se usate il lievito in polvere che deve essere riattivato, semplicemente versatevi sopra l’acqua calda (non bollente!) e lo zucchero, e attendete 10-15 minuti.

Mescoliamo l’acqua calda e il latte con l’aceto precedentemente preparato e versiamo delicatamente il tutto sulla farina, mescolando allo stesso tempo con una forchetta. Incorporiamo ben bene l’impasto e, aiutandoci con le mani lo lavoriamo sul tavolo o sulla spianatoia per una decina di minuti. Nota: l’impasto deve risultare abbastanza soffice tanto che dobbiamo non riuscire a ricavarne una palla (attenzione che non sia troppo umido però!). Per cui, se dovesse risultare troppo umido andremo ad aggiungere un cucchiaio in più di farina, al contrario, se dovesse risultare troppo asciutto, andiamo ad aggiungere man mano un goccio di acqua alla volta (purtroppo non possiamo prevedere con certezza le quantità esatte, poiché la nostre farine sono diverse tra loro e possono richiedere o meno maggior liquido per essere impastate a dovere).

Dopo aver lavorato il nostro impasto andiamolo a riposizionare nella ciotola e lo lasciamo lievitare per circa 1 ora o finché il suo volume non sia raddoppiato. 

Una volta che avrà lievitato, spolveriamo l’area di lavoro con una generosa quantità di farina, e lo dividiamo in 6 parti uguali, con le quali formeremo delicatamente delle palline.

Diamo a ciascuna palla la classica forma a goccia, aiutandoci con un mattarello e non dimenticandoci di infarinare bene superficie e mattarello, poiché l’impasto è abbastanza appiccicoso.

Mettiamo quindi a riscaldare sul fuoco medio una padella in cui andremo a cuocere ciascun lato di ciascun naan per circa 3-4 minuti. Mi raccomando, fate in modo che la padella sia molto calda prima di disporre i naan e ricordatevi di spolverar via l’eccesso di farina bruciata dopo la cottura di ogni naan.

Finita la cottura e quando i nostri naan saranno ancora bollenti andremo a spennellare la superficie di essi con dell’olio e un pizzico di sale. Se desiderate potrete condirli anche con della pasta d’aglio ed erbe tritate fresche come coriandolo, prezzemolo e timo.

Disponiamo i naan man mano che saranno cotti uno sull’altro e copriamoli con della carta stagnola per tenerli al caldo e in umido, finché non avremo finito di cucinare anche i restanti.

Sono ottimi serviti appena fatti.

Potrete riscaldarli anche a distanza di ore o fino a 4 giorni dopo la realizzazione per un paio di minuti in forno a 200° C.

Questi naan si prestano anche bene a essere congelati. Ricordatevi di dividerli con un foglio di carta da forno l’uno dall’altro prima di disporli in frigo. Quando vorrete utilizzarli scongelateli prima completamente e riscaldateli in forno come indicato nel passaggio precedente.

Servite con curry o come accompagnamento alle vostre ricette indiane preferite.

2 comments

Leave a Reply